Blog: http://RiformistAlchemico.ilcannocchiale.it

Pasdaran e polizia politica: Macellai. Pacifinti: Merde.

Girano per il web immagini shoccanti di quanto sta succedendo in Iran. Immagini riprese da manifestanti e passanti occasionali coi loro cellulari, immagini che tramite il protocollo web stanno facendo il giro del mondo perchè il mondo sappia, perchè il mondo veda.

Immagini che rappresentano la vergogna di quanti si dimostrano pronti a scendere in piazza tutte le volte che il mondo occidentale, nella rappresentanza di questa o quella nazione o gruppo di nazioni, ha deciso di colpire, anche duramente, quei paesi dove dominava l'orrore e la dittatura e non esistevano libertà personali di sorta o quei paesi dove viene "allevato", addestrato, organizzato, il terrorismo fondamentalista.
Di quanti si siano dichiarati pacifisti senza se e senza ma, di quanti scendano in piazza scandendo slogan contro l'odiata america o l'odiatissimo israele con annesso rogo di bandiere (quelle a stelle e strisce o quelle con la stella di davide), di quanti siano disposti a scendere in piazza se si manifesta contro il proprio paese o contro americai ed ebrei, con li odiosi stracci multicolori a garrire al vento e la kefiah (o il passamontagna) a coprire la faccia perchè non si vedano gli atti di violenza e vandalismo, spesso gratuiti, da loro commessi (tanto che sono pacifisti).
Anche costoro, che oggi in piazza non ci scendono, che oggi nascondono nello scantinato lo straccio multicolore sporco di sangue, come già fecero quel giorno che a mandare i soldati italiani in Libano e in Iraq e in Afghanistan e in Africa non fu un governo di centrodestra ma il mefitico governo Prodi, non fu Martino ma Bertinotti e Diliberto e Vendola e D'Alema e Veltroni. Oggi, comeallora lo straccio non si vede, i cortei in piazza non si vedono , la solidaretà per chi reclama libertà non esiste. Dove cazzo siete, pacifinti???

Anche voi, col vostro buonismo da due centesimi, anche voi, col vostro odio verso chi difende la libertà, siete oggi colpevoli dello scempio che si sta compiendo in Iran. Le scene truci, tragiche, pesino anche sulle vostre coscienze.

Il rappresentante dei rifugiati iraniani in Italia ha pronunciato oggi ai media nazionali parole davvero toccanti, ha detto che in Iran è in atto una vera e propria resistenza (sì, come quella partigiana contro il nazifascismo) capitanata da donne. Voi, cari pacifinti che vi bardate con a kefiah e bruciate le bandiere americana e israeliana siete CONTRO questa resistenza, siete come quelli che, in tempo di guerra e con la resistenza partigiana in atto, andavano bardati con svastiche e croci celtiche. 

Vergognatevi.






 

Pubblicato il 22/6/2009 alle 22.32 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web