Blog: http://RiformistAlchemico.ilcannocchiale.it

Ferrari via dalla Formula Uno???


 


Il primo atto del braccio di ferro tra Ferrari e la FIA, ha vinto quest'ultima. La Corte di Parigi ha, infatti, dato ragione a Mosley e alla FIA respingendo il ricorso della Ferrari contraria al cambiamento del regolamento F1 che prevede che ci sia per il prossimo anno un tetto (pari a 44 milioni) negli investimenti sostenibili da ciascuna scuderia.

La motivazione della Ferrari sta nel patto stretto qualche anno fa tra i team e la FIA secondo il quale la FIA si impegnava a concordare coi team le variazioni tecniche al regolamento.

La motivazione con la quale l'Alta Corte parigina ha respinto il ricorso è che la Ferrari avrebbe dovuto esercitare il suo diritto di veto in sede di Consiglio mondiale dello sport automobilistico.

A questo punto la Ferrari minaccia di ritirarsi dalla Formula Uno assieme ad altri team  tra i quali: Renault, BMW, Toyota e Toro Rosso).

Fonte: http://sport.virgilio.it/motori/formula1/f1-ricorso-respinto-ferrari-piu-vicina-all-addio.html

Ma è davvero ipotizzabile un divorzio tra Maranello e la F1?

La Ferrari è forse la scuderia di F1 più amata al mondo. In circuiti "nuovi" come Malesia, Dubai, Cina è tutto uno sventolare di bandiere rosse o gialle col cavallino rampante. Che significato avrebbe una gara in questi posti senza la Ferrari? La risposta è tutta da verificare.
La riduzione di fascino e di attrattiva del mondiale di F1 senza tutti quei team (Maranello in testa) è notevole e indiscutibile.

Anche la Ferrari, ovviamente, ha beneficiato e goduto (a livello di immagine, marketing, vendite, prestigio) del fatto di correre (e, spesso, vincere) in Formula Uno.

In passato, è già successo più volte che Ferrari e FIA si siano trovati ai ferri corti con la Ferrari che minacciava di lasciare la F1 per andare a correre nella Formula Indy, in America, storicamente il primo mercato di sbocco per le fuoriserie made in Maranello.

Tutto è sempre rientrato e le vertenze composte, proprio in virtù della reciproca convenienza a portare avanti il "baraccone".

Io penso che, tuttavia, che, OGGI, il divorzio della Ferrari dalla F1 è un eventualità assolutamente possibile se non addirittura probabile. Mosley ed Ecclestone devono stare molto, molto attenti. E' vero che il verdetto dell'Alta Corte di Parigi ha reso la loro posizione un po' più forte nella trattativa con Maranello ma non devono prendere sotto gamba lo scontento del management Ferrari, soprattutto in considerazione del fatto che la FIAT vorrebbe entrare prepotentemente nel mercato americano (con l'operazione societaria assieme a Chrysler), cosa che in passato non era neanche ipotizzabile.

Un'altra alternativa è che team come BMW, Ferrari, Toyota, Toro Rosso e, magari, qualcun altro, costituiscano un circuito mondiale parallelo a quello della F1... quale dei due avrebbe maggiore fascino? Quale dei due interesserebbe di più gli sponsor? Quale dei due avrebbe maggiore seguito di pubblico? Quale maggiore capacità di attrarre investimenti e produrre ritorni di immagine???





Pubblicato il 20/5/2009 alle 16.11 nella rubrica Sport.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web