Blog: http://RiformistAlchemico.ilcannocchiale.it

Parma saluta i campi della serie A

CIAO GRANDE PARMA E GRAZIPER LE BELLE EMOZIONI REGALATECI




"A" come ADDIO ... anche se si spera possa essere un Arrivederci ...

Finirà domenica, allo Stadio Tardini, in una storica partita contro l'Inter, la magica parentesi del Parma in Serie A.

Mi ricordo quando, bambino prima e adolescente poi, andavo a vedere i Crociati giocare al Tardini in Serie C e in Serie B. Erano tempi bui fatti più di retrocessioni che di promozioni. Spesso il Parma AC navigava a mezzo classifica, a volte si salvava per il rotto della cuffia.
Ricordo che il Parma ha subito anche l'onta di un fallimento negli anni '70. Negli anni '80 rimane in B per alcuni campionati di fila e benfigura con Sacchi e Nevione Scala. Nel 1990 la storica promozione in "A" ma chi se lo sarebbe aspettato che la squadra che fu di Bonci e di Daolio sarebbe arrivata ad essere per alcuni anni (grazie al patron Tanzi e alla Parmalat) una delle squadre italiane col miglior gioco e una delle più spumeggianti e ariose squadre europee (con diverse coppe europee e coppe italia vinte).

       

Mai avrei pensato di incontrare tifosi gialloblù: piemontesi, veneti, toscani, abruzzesi e marchigiani. Mai avrei pensato che ai Crociati sarebbero arrivati a scippare (letteralmente) uno scudetto. Fu la Juve, se non erro, con metodi che immagino essere stati non dissimili da quelli che la portarono due anni fa a calcare i campi della serie cadetta ... bisognerebbe chiedere a Moggi e, dato che scrive abitualmente su "Libero", chiedergli o fargli chiedere da "Geronimo" o da Feltri, come mai è sempre stato così contrario alla moviola in campo - anche se io ho una mia idea...).

Poi il crac Parmalat (tipico nel nostro Paese dove l'imprenditoria non è altro che una succursale della Grande Finanza - anche se non soprattutto creativa - e che quest'ultima è, a sua volta, una succursale della politica - altro che complotto pluto-giudo-massonico...) si è portato con sè anche la squadra di calcio ... si salva per qualche anno, anche per il rotto della cuffia, arriva Ghirardi (e meno male ...): l'anno scorso si salva per un pelo ma stavolta non ce la fa!!!!

Come faccio a essere sicuro che non ce la fa??
Me lo dite come, una squadra che perde col Napoli, che perde 3-1 con la Fiorentina, che perde con la Reggina tutte partite da giocare col coltello tra i denti, possa vincere contro l'Inter che, peraltro si gioca lo scudetto?? Perdipiù con diversi giocatori squalificati??
Un Parma che non è certo stato aiutato quest'anno dalle decisioni arbitrali (è una mia sensazione, non ho elementi statistici a suffragare).
Contro un'Inter che ha goduto spesso della buona sorte nell'esito di molti arbitraggi (mi sforzo di non parlare di autentici svarioni o addirittura di favoreggiamenti ... è appena finita in serie B un'altra squadra supertitolata per cosucce di questo tipo... per cui non voglio nemmeno adombrare la possibilità di "aiutini" arbitrali voluti)


Ciao Parma. Il cuore spera di rivederti calcare i campi della serie A al più presto.
La ragione mi suggerisce che più che di un Arrivederci trattasi di un Addio ... chi vivrà vedrà!!!


(PS: spero di potermi consolare col MIlan, il prossimo anno, perchè quest'anno, porcazozza, va di magra anche dalle parti di Via Turati...)





Pubblicato il 15/5/2008 alle 14.50 nella rubrica Sport.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web