Blog: http://RiformistAlchemico.ilcannocchiale.it

Ninetto & Falampino, amici di lungo corso...

Falampino: “l’altra sera ho guardato Ballarò, sai la trasmissione di Floris…”

Ninetto: “ non mi piacciono le trasmissioni alla Ballarò, le trovo troppo faziose, tutte le volte che le vedo ho l’impressione che, sotto l’immagine del dibattito, finto, si snodi un vero e proprio attacco alla parte politica avversa, con un pubblico che fa da claque, il presentatore, come quel Floris lì, che sotto l’aria da innocuo fighetto lancia bordate a destra e sinistra (per lo più a destra …) e fa domande che tendenziosamente sembrano percorrere la strada di una tesi già scritta con i servizi e gli ospiti terzi o super partes (ma quando mai…) a corroborare mirabilmente e misteriosamente, guarda un po’ la tesi di partenza. Alla fine il buon presentatore può esclamare cartesianamente “Come Volevasi Dimostrare”. Ecco perché non guardo mai questi programmi alla Porta a Porta, Ballarò, Anno Zero. L’unico che mi piace e che trovo poco fazioso è Matrix di Mentana… ma Mentana, a parer mio, è di tutt’altra pasta”

Falampino: “sai che ti devo dire? mi aspettavo, come dici tu, che gli invitati al dibattito si cuocessero gli odiosi Bondi e Tabacci a fuoco mica tanto lento … la Finocchiaro, Diliberto, nientemeno che Epifani per il sindacato e poi la stampa amica: il Direttore de La Stampa e poi ancora un imprenditore “di sinistra” Della Valle, grande nemico di Barnusconi… dalla parte dei destri solo quel leccaculo insopportabile di Carlo Rossella, un autentico imbecille…”

Ninetto: “e invece?”

Falampino: “merda, e invece Diliberto si è fottuto ampiamente la Finocchiaro addebitando all’appena sorto PD l’instabilità di cui ha sofferto Prodi negli ultimi mesi, Della Valle ha ridicolizzato Epifani mostrando a tutti come questi fosse interessato solo alle sue tessere sindacali, e il direttore de La Stampa a dargli ragione, Epifani che si è scagliato contro Diliberto e la Finocchiaro sottolineando la grande litigiosità e instabilità di questo governo e addebitando loro il fatto che non siano stati in grado di fare le Riforme (pensa un po’ te chi parla di riforme in Italia, Epifani…) necessarie per il Paese. Insomma un casino.

E Bondi e Tabacci lì a godersi lo spettacolo delle varie componenti della sinistra, già in campagna elettorale, che se le suonavano l’un contro l’altra armate …”




Pubblicato il 1/2/2008 alle 10.28 nella rubrica Oi Dialogoi.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web