.
Annunci online

RiformistAlchemico
Riforme? Formule alchemiche!


Diario


21 febbraio 2007

La Chiesa addormenta le coscienze da sempre. E' già grave che lo faccia per questioni di Fede, gravissimo per questioni sociali e poliche...

Sapete cos’è il Concilio di Nicea? Molti cattolici (o meglio, sedicenti tali) non sanno, ignorano, che il Concilio di Nicea occorso nell’anno del Signore 325 o giù di lì, fu fortemente voluto dall’Imperatore romano Costantino perchè intenzionato a “mettere ordine” sulle questioni di Fede relative alla nuova religione che aveva preso le mosse dalle predicazione di Gesù Cristo in Palestina.

Costantino era preoccupato che le divisioni e le susseguenti “lotte” e scontri tra i sostenitori delle molteplici dottrine e svariati credo differenti ma tutti afferenti al nuovo Cristianesimo potessero riverberarsi in altrettante lotte e divisioni intestine all’impero (che già aveva da scontare i suoi problemi di ordine sociale, civile, culturale e politico).

Per questi motivi Costantino ha convocato il I Concilio di Nicea (se ne ebbe un II alcuni secoli più tardi) che susseguiva il I Concilio della Cristianità occorso già in epoca apostolica in quel di Gerusalemme.

E’ grazie e in seguito a questa mobilitazione di una piccola parte degli Alti Prelati della Cristianità (moltissimi furono i Vescovi che non poterono aderire all’appello e che subirono, non potendole determinare, le risoluzioni del Concilio in tema di Fede) che vengono prese alcune delle scelte più importanti e relative alle grandi Verità di Fede della Confessione Cattolica (Dogmi). E’ il Concilio di Nicea, infatti, che definisce la natura divina di Gesù ossia la sua consustanziazione col Padre e la Immacolata Concezione della Vergine Maria, i due più importanti Dogmi della Dottrina Cattolica.

Le scelte operate dal Concilio producono il famoso “Credo” ancora oggi recitato nelle liturgie cattoliche nel quale viene ribadito che la Chiesa è “una, santa, cattolica e apostolica”.

Il bello è che queste scelte (che comunque sono scelte effettuate da uomini per altri uomini) non furono prese all’unanimità dei partecipanti ma a maggioranza… come dire che una parte dei Vescovi non fu esattamente d’accordo e che se avessero prevalso le tesi dei dissidenti l’apparato dogmatico della Chiesa Cattolica sarebbe fondamentalmente differente da quello attuale. Mi chiedo: ma la natura di un Credo, di una Fede, non dovrebbe avere carattere di Universalità e Immutabilità?

Vi pare che i Dogmi della Confessione Cattolica venuti alla Luce in cotal maniera posseggano queste caratteristiche?  

Il bello è che Costantino, promotore del Concilio, non era cristiano e non lo divenne in seguito: egli era adoratore del Sol Invictus e tale rimase fino alla sua morte (Costantino venne battezzato, infatti, solo in prossimità della propria fine). Come a dire che le argomentazioni del Concilio non debbono averlo convinto più di tanto…

Nel I Concilio di Nicea, sempre per la cronaca, viene definito il carattere eretico della dottrina Ariana e quindi, da allora, “giustamente” perseguitata.

E’ opinione comune che dal Concilio di Nicea siano stati scelti quali Vangeli rappresentaro la nuova Confessione Cattolica e quali, tra i molti scritti contemporanei alla vita di Gesù ovvero posteriori, non avessero le caratteristiche di ortodossia e, pertanto, di “veridicità”.

Simpatico, a questo proposito, l’aneddoto relativo alle parole (scherzose ma che, come molte celie, ben rappresentano il pensiero positivo di chi afferma) di Voltaire secondo il quale i 4 Vangeli sinottici siano quelli rimasti sull’altare tra tutti i Vangeli posti dai Vescovi in modo disordinato.

C’è anche chi nega che la scelta tra vangeli sinottici e apocrifi sia “figlia” del Concilio di Nicea. In ogni caso, da un certo punto in avanti l’ortodossia cattolica comincia a riconoscere la validità di 4 Vangeli (e di 4 “Evangelisti” su tutti gli altri). Da quel momento in avanti  la Dottrina Cattolica distingue tra i Vangeli Canonici (detti anche sinottici per il fatto che i contenuti di tutti i Vangeli si richiamano per struttura e organizzazione dei testi nonché per consequenzialità degli argomenti) e i Vangeli cosiddetti Apocrifi, aggettivazione questa che assume la distorta accezione di fasulli, falsi, eretici. Apocrifo, tuttavia, non ha questo significato: guardando all’etimologia della parola potrebbe significare scritti arcani, segreti (esoterici?); secondo altre interpretazioni Apocrifo significherebbe semplicemente “scritto prima” ossia più antico, precedente.

Non è chiara (non lo è a me, perlomeno) perché i Vangeli Sinottici siano canonici e tutti gli altri non siano nemmeno da prendere in considerazione… mi vien da pensare che siano stati scelti in qualità di “canonici” i vangeli che, per contenuto, caratteristiche e argomentazioni (e magari omissioni…) si avvicinassero di più all’interpretazione dogmatica che santa romana Chiesa voleva fosse data alla nuova Religione, indipendentemente dagli effettivi insegnamenti che il SuperUomo Esseno aveva impartito all’Umanità attraverso la sua schiera di accoliti qualche secolo prima.

In ogni caso, sinottici o apocrifi che fossero, i Vangeli non proponevano affatto quella visione dogmatica e mediata della Fede che la Chiesa ha invece voluto istituire. In questo modo santa romana Chiesa (una, cattolica e apostolica) ha creato il suo popolo-gregge che ha pascolato e allevato come meglio ha creduto in secula seculorum. Un popolo al quale ha propinato una Verità ri-velata (ossia velata due volte) e mediata dalla Chiesa stessa non consentendo un approccio diretto del fedele alla Conoscenza. Un popolo che è stato in questo modo indirizzato a credere che la Via fosse una via di dolore e patimenti, che questa fosse una valle di lacrime, che il peccato si mondasse con penitenze e mortificazioni… Un popolo terrorizzato, spaventato, impaurito che poteva trovare consolazione solo nelle ampie calde accomodanti ma stritolatrici braccia ecumeniche della Chiesa Romana che ha dominato col suo braccio secolare per ormai un paio di millenni sulle coscienze assopite e narcotizzate dell’Uomo occidentale.

 

Riformistalchemico.




permalink | inviato da il 21/2/2007 alle 15:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia     gennaio        marzo
 
 




blog letto 673518 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Sport
Cultura
Politica
Esoteria
Immagini
Oi Dialogoi

VAI A VEDERE

Alice
ApertaParentesi
Arciprete
Barbara
Blue-Highways
Camp*
Carmen - Ninetta
Cercocasa
Daria Veronesi
daw
Desaparecidos
Esperia
Esperimento
Francesco Corbisiero
Giulia Fresca
Il Berretto a Sonagli
Il Giornale
Il Male
Islam Liberale
Jinzo
Liberali per Israele
Luca Bagatin
Maghi Scalzi
Luxor
Malvino
Maralai
Miss Welby
Onde Road
orpheus
Radicons
Rebecca - Kenya
Simone
The Monk
Ugolino
UPL
Valeria alias Piattaforma
Wood
Zecche - Giorgio D'Amato


 

 
 
DIZIONARI E ENCICLOPEDIE
cerca:  
   
 
 
DIZIONARIO di INGLESE
cerca:  
Inglese - Italiano  
Italiano - Inglese  
 
 
DIZIONARIO di ITALIANO
cerca:  
   

 

referendum elettorale
 




                                      Italian Blogs for Darfur                                       










Sono, sono stato e rimarrò contrario alla pedofilia, per non parlare degli abusi sui minori

 

Carabiniere di Leva in congedo, sono dalla parte delle Forze Armate, dei CC in particolare

     

Informazione Libera: non assogettari alla stampa di regime




 

 


 

 




Le Sacre Graal



ou le Sangre Real

      Il Sigillum               Il Beaucent


Il Jolly Roger



Il SATOR






Il mio Profilo Politico:
Repubblicano da sempre, il mio profilo politico è quello di un laico, riformista, libertario e radicale. Per questo motivo le mie preferenze oscillano tra:

e

La mia coscienza sociale, civile e politica mi ha fatto optare per l'adesione ai seguenti "progetti", "movimenti" e "aggregatori di blog":

  






 







Un po' di outing:
Sono un uomo dell'Occidente: come Oriana, ne difendo le ragioni





 

Io sto con Israele e non metterò in dubbio le mie idee

 
lo potrei fare solo se:  
1. Il Premier israeliano sospenderà tutte le elezioni e pianificherà un decennio di governo che non potrà essere messo in discussione.
2. Il Premier israeliano sospenderà tutte le inchieste giudiziarie sulle sue attività fiscali e i membri della sua famiglia spenderanno a Parigi i milioni di dollari dati a Israele come aiuti umanitari.
3. Tutte le le televisioni e i giornali israeliani saranno censurati dal partito Likud.
4. Squadracce di assassini israeliani entreranno in Cisgiordania con la precisa intenzione di far saltare in aria donne e bambini arabi.
5. I bambini e adolescenti israeliani saranno addobbati con esplosivi sotto le camicie per andare a uccidere famiglie
palestinesi.
6. Le folle israeliane si precipiteranno in strada per immergere le mani nel sangue dei loro morti e poi marceranno invocando omicidi di massa di palestinesi.
7. I rabbini pronunceranno sermoni pubblici con cui ritraggono i palestinesi come figli delle scimmie e dei maiali.
8. I testi scolastici israeliani diranno che gli arabi fanno sacrifici umani e riti omicidi.
9. I principali politici israeliani, senza che nessuno li rimproveri, invocheranno la distruzione della Palestina e la fine della società araba in Cisgiordania.
10. I membri del partito Likud linceranno e uccideranno, come se fosse normale, e senza processo, i propri oppositori.
11. I fondamentalisti ebrei uccideranno le donne colpevoli di adulterio e resteranno impuniti perché sosterranno di aver salvaguardato l'onore della famiglia.
12. La televisione israeliana trasmetterà - accompagnati da musica patriottica ­ gli ultimi messaggi registrati di assassini suicidi che hanno massacrato dozzine di arabi.
13. I manifestanti ebrei faranno una parata per strada e vestiranno i loro bambini da assassini suicidi.
14. I newyorchesi pagheranno 25 mila dollari di taglia per ogni palestinese ucciso da un assassino israeliano.
15. I militanti israeliani uccideranno un ebreo per sbaglio e poi si scuseranno dicendo che pensavano fosse un arabo, al fine di tacitare la società israeliana.
16. Gli ebrei entreranno nei villaggi arabi di Israele per mitragliare donne e bambini.
17. Le figure pubbliche israeliane, come se fosse una cosa normale, minacceranno di colpire gli Stati Uniti con attacchi terroristici.
18. Bin Laden sarà un eroe popolare a Tel Aviv.
19. Gli assassini ebrei uccideranno diplomatici americani e la società ebraica darà loro ospitalità.
20. I cittadini israeliani celebreranno le notizie secondo cui tremila americani sono stati assassinati.
21. I cittadini israeliani esprimeranno sostegno per i tentativi dei supporter di Saddam di uccidere gli americani in Iraq.
22. Gli israeliani ameranno la morte e gli arabi vorranno bersi in pace un caffé da Starbucks.


Questo pensiero è di Victor Davi Hanson, gentilmente già tradotto da Camillo 
. Ringrazio entrambi. 



 Non posso non sostenere il Governo del Tibet in esilio
 

 

 

20 settembre 2006
Disclaimer & note legali:
Le immagini che vedete sono per lo più tratte da internet. Se recano offesa a qualcuno o se ledono i diritti di chicchessia, me lo si faccia presente che le toglierò immediatamente.
In questo blog mi arrogo il diritto di trattare qualunque argomento frivolo o profondo a seconda del mio stato d'animo del momento. In questo blog c'è posto per tutti, i commenti non vengono vagliati ne censurati per cui non posso essere responsabile delle eventuali baggianate che utenti terzi e/o anonimi possano avere scritto costì.
Se a qualcuno passasse per l'anticamera del cervello che questo blog possa essere assimilato a una testata giornalistica, si faccia immediatamente curare.
L'autore di questo blog si riserva il diritto di contraddirsi. Questo valga in qualsiasi momento e per qualsivoglia argomento.
Auguro buona lettura a tutti e grazie per essere passati di qua. 

Per ogni informazioni rivolgersi a riformistalchemico@yahoo.it

 


 

CERCA